Vino cotto

Il mosto viene concentrato con una caldaia in acciaio inox mediante riscaldamento indiretto ad intercapedine. Le temperature vengono mantenute costantemente sotto gli 80° C per evitare reazioni di imbrunimento non enzimatico e caramellizzazione che andrebbero a coprire e a standardizzare gli aromi naturali presenti nei singoli prodotti.

Dopo la concentrazione del mosto, viene aggiunto mosto fresco dello stesso vitigno e la lenta fermentazione avrà inizio senza aggiunta di lieviti selezionati. La prima, e la seconda fermentazione in primavera, vengono osservate in cisterne di acciaio inox, dopo un anno il vino cotto “Perconti” subisce il passaggio in botti (minimo 3 anni) di rovere francese per poi essere imbottigliato e commercializzato.

Il vino cotto “Perconti” ha una sua storia e una sua intimità, non vengono “riabboccati” mosti di annate diverse: ogni anno ha le sue tipologie di vino cotto distinte.

Vino cotto di Montepulciano

Le uve raccolte a fine Ottobre vengono pigiate con una resa di 80 quintali per ha. La concentrazione avviene con caldaia inox ad intercapedine con una riduzione del 70% circa e aggiunta di mosto fiore della stessa specie. Fermentazione in acciao inox e maturazione in botti di rovere per minimo di tre anni.

La base ampelografica per questo vino cotto è il Montepulciano D’Abruzzo DOC. E’ un’uva a bacca rossa autoctona dell’Abruzzo di cui si hanno antichi riscontri storici. Plinio il Vecchio e Quinto Orazio Flacco definivano i vini da esso derivati come masticabili, pregiati ma raramente limpidi e spesso bisognosi di una filtrazione. Anche diversi documenti risalenti al 1700 ne parlano e ne documentano la presenza in queste regioni.

Caratteristiche del Vino Cotto di Montepluciano Perconti

  • Zona di Produzione: si individua nel comprensorio del Comune di Cellino Attanasio, in zona collinare a 400 metri sul livello del mare.
  • Carattersitiche sensoriali: scuro intenso con sentori di uva Montepulciano
  • Modo di servirlo: temperatura ambiente
  • Grado alcolico: 10-12 alc %
  • Abbinamenti: dolci secchi, gelato, frutta secca

Vino cotto di Trebbiano

Le uve raccolte a fine Ottobre vengono pigiate con una resa di 80 quintali per ha. La concentrazione avviene con caldaia inox ad intercapedine con una riduzione del 50% circa e aggiunta di mosto fiore della stessa specie. Fermentazione in acciaio inox e maturazione in botti di rovere per minimo di tre anni.

La base ampelografica per questo vino cotto è il Trebbiano D’Abruzzo DOC. Il Trebbiano Abruzzese o d’Abruzzo è un vitigno autoctono abruzzese, le prime tracce certe della presenza di Trebbiano in Abruzzo risalgono al 1500, ma è molto probabile il vitigno sia stato coltivato in Abruzzo sin dall’epoca Romana.

Il Trebbiano Abruzzese è per la regione la varietà a bacca bianca più diffusa, ed è coltivato su una superficie vitata di circa 14000 ettari, distribuiti sulle quattro province dove, ovviamente, la fascia costiera la fa da padrone.

Caratteristiche del Vino Cotto di Trebbiano Perconti

  • Zona di Produzione: si individua nel comprensorio del Comune di Cellino Attanasio, in zona collinare a 400 metri sul livello del mare.
  • Carattersitiche sensoriali: ambrato con sentori di uva Trebbiano, asciutto e armonioso.
  • Modo di servirlo: temperatura ambiente
  • Grado alcolico: 14 alc %
  • Abbinamenti: formaggi stagionati, dopo pasti come digestivo

ACQUISTA

Vino cotto

15,0020,00

Esaurito

Bottiglia 0,5 Litri

QUANTITÀ
COD: N/A Categoria: